Puglia, segreti e simboli dei Trulli di Alberobello

Puglia, segreti e simboli dei Trulli di Alberobello

Una delle cose che ho sempre sognato di fare nella mia vita è una vacanza all’interno di un trullo!

Non ricordo bene che cosa aveva fatto nascere in me quest’idea, ma è un desiderio che avevo da tantissimi anni.
Amavo le loro forme particolari: tutti bianchi con i tetti di pietra grigia.
Poi quest’anno finalmente sono riuscita a realizzare il mio sogno!

Nel mio viaggio fra Puglia e Basilicata, girovagando fra i Sassi, la Gravina Sotterranea e Castel del Monte, ho deciso di raggiungere l’ultimo giorno Alberobello, la città dei trulli per eccellenza diventata Patrimonio dell’UNESCO nel 1996.

Quindi zaino in spalla e… si parte!

Strada dei trulli di notte
Strada dei trulli illuminata di sera

Che cosa sono i trulli?

Come sempre, prima di partire per un luogo, mi piace documentarmi, leggere la sua storia e le sue particolarità. Ho letto il libro “I trulli di Alberobello. Un secolo di tutela e turismo” di Annunziata Berrino e l’ho trovato davvero molto interessante!

I trulli sono particolari costruzioni in pietra calcarea dalle origini antichissime. I primi cenni storici relativi ai trulli risalgono infatti al 1600, periodo in cui erano presenti circa una cinquantina di abitazioni realizzate da una comunità di contadini e sparse nella boscaglia.
Sia il tetto che i muri sono realizzati con la tecnica della pietra a secco attraverso lastre incastonate fra loro.

La pietra, estratta durante gli scavi per la realizzazione di cisterne sotterranee, veniva quindi riutilizzata per la costruzione di queste strutture che servivano come ripari temporanei o come abitazioni permanenti dai piccoli proprietari terrieri o lavoratori agricoli. Attraverso queste ingegnose costruzioni, le persone potevano vivere e lavorare direttamente vicino ai campi.

Com’è fatto un trullo?

I trulli sono un tipo di abitazione unica al mondo.

Sono di forma rettangolare con il tetto conico. Come accennato prima, tutti i trulli venivano realizzati con la tecnica della pietra a secco. Non veniva quindi mai usata la malta. I muri era imbiancati con calce bianca, mentre sul tetto in pietra potevano essere dipinti dei disegni con un preciso significato mistico-religioso.

Ogni trullo presenta inoltre un particolare pennacchio sulla sua sommità, con lo scopo di scacciare le influenze maligne o la sfortuna.

All’interno i trulli sono organizzati in modo da sfruttare al massimo lo spazio a disposizione, attraverso la realizzazione di nicchie nei diversi ambienti e piccole finestre che permettono l’ingresso della luce.

Il tetto presenta un doppio rivestimento e all’interno è possibile ammirare un soffitto a volta.

CONSIGLI DI VIAGGIO

Passare una notte all’interno di un trullo è un’esperienza meravigliosa e che vale la pena fare una volta nella vita!
Io mi sono trovata molto bene presso Trulli Holiday Albergo Diffuso

Trulli di Alberobello la sera
Alcuni trulli di Alberobello

Il pinnacolo di un trullo

Ogni trullo presenta sulla sommità del tetto un diverso “pinnacolo“. È un particolare tipo di chiusura decorativa, composto da tre pietre sovrapposte: una base di forma cilindrica sormontata da una lastra concava e infine l’elemento decorativo a forma sferica o geometrica.

Vedendo questi pinnacoli, mi sono chiesta: ma a cosa servivano e che significato avevano?! Mi sono documentata, ma non sono riuscita a ottenere una risposta chiara e univoca. Sono infatti state mosse diverse ipotesi.
Secondo alcuni studiosi il pinnacolo aveva una funzione mistico-religiosa, con l’obiettivo di scacciare il maligno o altri demoni. Secondo altri invece aveva uno scopo puramente decorativo a gusto e fantasia del costruttore. Era quindi un semplice vezzo che il proprietario di casa dava alla sua abitazione.
Una tesi molto accreditata è quella secondo la quale, il pinnacolo aveva un significato distintivo, ovvero permetteva al regnante di capire facilmente chi abitava in quella casa e la famiglia di appartenenza. 

Queste sono le tre idee più accreditate. Sebbene a rigor di logica, l’ultima è la motivazione più pratica e plausibile, mi piace però pensare che avessero una simbologia nascosta più “poetica” e quindi voto per la prima ipotesi!

Pinnacoli dei trulli tipologie
Tante diverse tipologie di pinnacoli

I simboli sui tetti dei trulli

Un’altra cosa che mi ha colpita durante la visita ai trulli, è che spesso sul tetto sono presenti dei disegni bianchi realizzati con la calce. Sono giganteschi!

Ancora oggi il significato di queste forme è poco conosciuto, ma a loro si associa un significato magico e propiziatorio. Questi simboli sono infatti di origine pagana e cristiana. Nella maggior parte dei casi avevano lo scopo di augurare un buon raccolto, allontanare il malocchio o ingraziarsi una divinità.

É possibile distinguere 3 diverse tipologie di simboli: i disegni primitivi o pagani, le icone cristiane e i simboli magici.

Trulli Alberobello i pinnacoli e i simboli
Alcuni trulli di Alberobello con i simboli raffigurati sul tetto

Trulli molto particolari

Passeggiando per Alberobello. potrete ammirare una serie di trulli molto particolari.
Fra questi uno dei più famosi e quello del trullo sovrano.

Trullo sovrano di alberobello museo
Davanti al Trullo Sovrano di Alberobello

Il trullo sovrano

Qui venne indetto il primo consiglio comunale del paese. È l’unico trullo ad avere un piano sopraelevato a cui si accede attraverso una scala interna.

Oggi il trullo è stato trasformato in un museo. In esso sono ancora presenti tutti i mobili dell’epoca, lasciati dall’ultima famiglia che vi ha soggiornato. Racconta così la storia e le origini di questi magnifici luoghi.

Il trullo di Dio: la Chiesa di Sant’Antonio di Padova

Unica al mondo, è sicuramente la chiesa a forma di trullo dedicata a Sant’Antonio di Padova. Si tratta di una gigantesca costruzione che richiama le forme dei trulli circostanti. È l’evoluzione del trullo da casa che accoglie una sola famiglia a luogo dove accogliere tante famiglie.

La sua cupola e il suo pinnacolo si elevano in alto, come a volersi avvicinare il più possibile a Dio.

Chiesa trullo di san antonio di padova ad Alberobello
Chiesa a trullo di Sant'Antonio di Padova ad Alberobello

I trulli di Alberobello

Oggi molti di questi trulli sono stati adibiti ad hotel o case vacanza mentre altri sono tuttora abitati dalla popolazione.

Vedere Alberobello dall’alto è uno spettacolo impressionante!
Davanti ai tuoi occhi si staglia una distesa di trulli, piccoli funghetti che sembrano nascere direttamente dalla terra.
È un’immagine incredibile e suggestiva. Non puoi rimanere indifferente davanti alla bellezza unica di questo posto!

CONSIGLI DI VIAGGIO

Molti trulli sono stati trasformati in ristoranti e offrono l’autentica cucina pugliese!
Vale la pena farci una capatina! 

Ti è piaciuto questo post?! Allora condividilo!

Condividi su twitter
Twitter
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Booking.com

Informazioni utili

Nome completo: Trulli di Alberobello
Quando: Visitabili tutto l'anno
Prezzo: Ingresso gratuito
Dove: Alberobello (BA) - Italia
Come arrivare:

  • In auto:
    • Dalla A14 Bologna-Taranto, uscire a Gioia del Colle, prendere la SS171 DI SANTERAMO ( 2.0 km ), proseguire sulla SS604 DI ALBEROBELLO ( 28.2 km ), uscire a ALBEROBELLO/INN. SS172 DEI TRULLI.
    • Da Brindisi SS.16, uscita Fasano, proseguire per Locorotondo e quindi Alberobello.
    • Da Taranto, direzione Martina Franca, proseguire per Locorotondo e quinidi Alberobello.
    • Dalla Calabria SS106, proseguire su SS7 e poi su SS100 seguendo le indicazioni per Bari/Mottola/Gioia, deviazione a Massafra e Mottola, quindi Noci e Alberobello.
  • In treno:
    • Stazione di Bari (km. 57) e proseguimento con Ferrovie Sud Est Stazione di Taranto (km. 37) e proseguimento con Ferrovie Sud Est o bus Stazione di Fasano di Puglia (km. 20) e proseguimento con taxi o bus
      Sito web: www.comune.alberobello.ba.it

  • Giorni necessari per effettuare questa attività o tour

    1 giorno

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Chiudi il menu
    Malcare WordPress Security